venerdì 2 settembre 2011

Italia vs Hawaii: le 5 differenze

I primi 6 mesi da Hawaiano sono ormai alle spalle e ho elementi sufficienti per tracciare un primo bilancio delle principali differenze che intercorrono tra questo Paradiso tropicale e il nostro Belpaese.
La buona notizia è che, per quanto la nostra cara Italia ci regala a volte, soprattutto sotto il cappello della politica, diverse perle su cui stendere veli pietosissimi, tuttavia vorrei ricordare a noi tutti che parliamo sempre di uno dei Paesi più belli al mondo.
Vi basti pensare che, per quanto qui alle Hawaii direi che la gente abbia poco di cui lamentarsi in termini di condizioni geo-climatiche, tuttavia le persone mi regalano commenti entusiastici quando sentono che sono Italiano e mi manifestano il sogno di visitare o addirittura vivere nel nostro Paese.

Ecco di seguito la mia personale lista di differenze, basata comunque sulle mie personali esperienze e sul mio stile di vita:

1) Lo scorrere del tempo
E' difficile da spiegare, ma alle Hawaii si ha la sensazione che il tempo rallenti tangibilmente. Forse questo dipende anche dalla mia esperienza personale, e dal passaggio dal mondo  iperattivo tipico del Milanese alla quiete e alla pace di Maui. Senz'altro la grande quantità di tempo libero che ho a disposizione influisce e dilata la percezione del tempo che ho, ma la sensazione generale è che comunque tutto vada più piano. Probabilmente seguire i ritmi della natura, cosi come la totale assenza di stagioni, in qualche modo cristallizza e in qualche modo immobilizza il tempo hawaiano. Provare per credere!

2) La organizzazione e la pianificazione degli impegni
La naturale conseguenza della minore quantità di impegni, relazioni, in generale minori input a cui siamo esposti, è la minore necessità di pianificare e organizzare gli impegni con largo anticipo. Non mi riferisco tanto al contesto lavorativo, quanto a quello sociale e personale.
Qui è più facile decidere alla giornata i propri impegni extralavorativi. Si fanno e disfano appuntamenti con rapidità eccezionale, molte cose sono organizzare last minute. D'altronde ve lo immaginate a Milano organizzare una cena con più persone un paio d'ore prima della cena stessa???  Impossibile, tra chi è già in palestra, chi è fuori il week end (essere ''fuori'' il week end a Maui non è tanto credibile, visto che non c'è altra scelta che prendere un aereo!), chi è dall'estetista.
E inoltre le distanze sono minime e direi che dovreste essere proprio sfortunati per trovare traffico (!), dunque tutto ciò semplifica e autorizza gli spostamenti last minute, con relativi aspetti negativi e positivi.

3) La propensione ad aggregarsi
Questo è un fenomeno molto interessante che ho studiato qui. C'è dappertutto un grande senso di comunità, sia tra i locali hawaiani, sia tra quanti si sono trasferiti dalla terraferma, soprattutto in certe aree, tuttavia non c'è una grande propensione ad aggregarsi come, per esempio, accade a Milano, dove ogni scusa è buona per organizzare un Happy Hour.
Qui è possibile conoscere una persona da anni, magari un vicino di casa, ma non essere mai uscito con lui per bere una birretta. Le persone danno un grande valore al tempo che possono spendere semplicemente stando da soli a casa, e d'altronde è necessario abituarvisi considerando che vivere alle Hawaii, di per sè, costituisce una scelta di parziale 'isolamento'.

4) L'ambizione vs l'appagamento
Il concetto di carriera è relativo, cosi come quello di ostentazione. A volte qui ci si sente un pò come se ci si è ''ritirati'', e si decide di vivere lontani dalle lotte intestine e dalle ambizioni di affermazione che popolano il mondo ''normale''. In fondo chissenefrega qui, in capo al mondo, è il concetto. Vi ci vedete poi a comprare una bella Ferrari e andare in giro con quella....e dove andate soprattutto considerando che non è che potrete camminare per molto prima di ritornare sulle stesse strade che avete già percorso!
Diciamo che ci si rilassa un pò qui!
Io in Italia ho comprato, e ho tuttora, un macchina supersportiva, due posti perfettamente adatta al contesto precedente....non saprei propria che cosa farmene qui.
Cosi come qui giro con un bel pick up track che se avessi in Italia mi prenderebbero per squilibrato, mentre qui è assolutamente perfetto!

5) I colori
E' una bella sfida, perchè alcune regioni dell'Italia non scherzano mica in quanto a splendore dei colori e vegetazione lussureggiante. Io non ho visitato tutto il nostro Paese, ma una parte si e, onestamente, devo dire: Hawaii batte Italia!
Sembra di essere immersi in un costante arcobaleno in alcune zone qui. I colori della flora sono incredibili  e variegati, cosi come i mille colori delle spiagge (bianca, verde, nera, rossa...). Il tutto è incorniciato da un azzurro assolutamente incredibile, libero da inquinamento o da un cielo cosi stellato che si fa fatica a riconoscere il cielo stesso in mezzo a miliardi di stelle.

E adesso godetevi questa foto....è uno spettacolo quotidiano a Maui.
Aloha

19 commenti:

  1. Ciao Alex,

    leggo il tuo blog da quando sono tornata (per la seconda volta) dalla tua nuova casa :)
    Queste differenze sembrano essere più che altro "PRO" e sono ben "sbilanciate" tutte da una parte!
    E mi ci ritrovo completamente, da milanese oltretutto, anche se quest' estate ho passato solo 2 settimane alle Hawaii, e non 5 mesi...
    Live the dream, tu che puoi! magari anche io un giorno!

    bel blog!
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. Complimenti Alex!
    Un giorno spero di realizzare anch'io il mio sogno...appena mia figlia finirà le scuole.. :)
    Grazie per la 'bellezza' regalata!
    Un sorriso,
    Nick

    RispondiElimina
  3. Grazie a te per leggermi Nick!

    RispondiElimina
  4. Ciao Alex,complimenti per la tua scelta, spero di riuscire a fare visita lì una volta,naturalmente una visita low cost,essendo uno studente universitario "non lavorante" :)

    RispondiElimina
  5. Grazie Mirko, in bocca al lupo per i tuoi studi

    RispondiElimina
  6. Grande Alex,io come te ho provato a mollare tutto,trasferendomi negli States(sono italo-americano,doppio passaporto),ma ho dovuto far ritorno perchè non sono riuscito a trovare quello che cercavo,e cioè ciò che mi potrebbe far stare in pace con me stesso(non chiedermi cosa,perchè non l'ho ancora capito nemmeno io lol);adesso ho ripreso il mio lavoro e sono nuovamente punto e a capo,sò solamente che non voglio rimanere qui in Italia,per quanto bella possa essere.Ti rinnovo i miei complimenti per la tua scelta fatta.

    RispondiElimina
  7. Ciao R. hai dimostrato comunque intraprendenza, spirito d'avventura e apertura mentale con la scelta fatta. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  8. Speriamo "crepi"stò lupo!ehehehe!

    RispondiElimina
  9. Dimenticavo!
    GRAZIE ALEX
    Mi hai fatto tornare alla mente cose che avevo dimenticato
    Vittorio

    RispondiElimina
  10. Ciao Alex, sono una ragazza di 29 anni, vivo in un paese piccolo ma ho già avuto la mia piccola evasione qualche anno fa in California dove ho vissuto per 5 mesi per poi tornare in Italia comunque felice e soddisfatta per quella breve fuga! Vorrei ripetere quell'esperienza ed ho pensato proprio a Maui ma non conosco niente di questo posto e mi sto documentando e cerco contatti... Trovo il tuo blog molto interessante e vorrei un tuo consiglio/opinione: Maui può essere il posto giusto dove recarmi per 6 mesi, un anno al massimo, per cercare di capire finalmente cosa voglio dalla mia vita, lontano da tutti e da tutto quello che ho qui in Italia? Ogni consiglio o commento è ben accetto...
    Grazie in ogni caso!

    RispondiElimina
  11. Ciao Ale,
    Maui è sicuramente un posto meraviglioso dove recarsi 3 mesi - 6 mesi - 1 anno o quanto tempo vorrai tu (permessi di soggiorno e lavoro permettendo, ma penso che di questo tu sia a conoscenza essendo stata 5 mesi negli US). Ma non necessariamente è il posto dove cercare di capire cosa vuoi dalla vita. In questo senso qualunque posto offre identiche possibilità di essere sereni o tormentati, dipende da noi. Ci sono hawaiiani per nulla felici, come gente che vive in mezzo alla guerra che è contenta di quello che ha. Non ti aspettare di andare in un posto e magicamente trovare delle risposte. Vacci pure a Maui, è una location incantevole e paradisiaca e ti aiuterà a essere in contatto con te stessa, oltre che con la natura. Ma ricorda che poi sta a te.
    In bocca al lupo

    RispondiElimina
  12. Aloha Alex, mi piacerebbe trasferirmi alle Hawaii, ma ovviamente mi servirebbe un lavoro sicuro ed un alloggio, faccio Surf e praticamente amo l'Oceano..!! Solitamente faccio una vacanza/lavoro una volta l'anno alle isole Canarie, e pensavo di andare in Costa Rica un mese a dicembre.. ma rivaluterei tutto per andare alle hawaii.. :)
    Come posso contattarti in privato? mi trovi su youtube e su fb

    RispondiElimina
  13. Ciao Alex

    da pochissimo ho scoperto il tuo blog e letto la tua esperienza. Di cosa ti occupi?
    Ciao

    RispondiElimina
  14. ciao alex

    ti vorrei chiedere se secondo te è possibile trasferirsi alle hawii , senza green card. ovvero ti spiego meglio: se vado alle hawii e trovassi un lavoro nei 90 gg di permesso, poi sarei in regola o ci sono altri problemi? conosci già altra gente che è riuscita nell'impresa senza green card? grazie e buon proseguimento ....... Cristian

    RispondiElimina
  15. cao Cristian, la risposta e' molto semplice: NON puoi cercare lavoro se sei in regime di Esta. E' proibito.
    Se anche, infrangendo le leggi Americane, lo facessi, l'ottenimento dei permessi di lavoro passa comunque attraverso trafile consolari molto, diciamo, robuste, e le possibilta' che parti all'avventura e trovi qualcuno disposto a infilarsi in immense procedure burocratiche per dare lavoro a un Europeo sono molto remote. A meno che tu non sia in grdo di fare qualcosa di davvero eccezionale nel tuo settore, tale da renderti insostituibile.

    RispondiElimina
  16. Ciao mi chiamo isabella e io sono stata li a ohao e ho portato a casa un po di li ho il marito hawaiano e sono cazzi divertiti mahalo

    RispondiElimina
  17. Ciao Alex, mi chiamo Alex(is) anch'io e sono di milano ma vivo alle maldive da un paio di anni, il mio sogno è trasferirmi a Maui, sono approdata qui per caso cercando informazioni e oltre a trovare il blog molto utile, sapere che tu "ce l'hai fatta" mi ha dato un ulteriore botta di coraggio, ce la farò anch'io! Grazie!

    Alex

    RispondiElimina
  18. ciao... riesci a pubblicare altre foto?

    RispondiElimina